Bari: manifestazione dei CAV in consiglio regionale

Il 28 luglio scorso i Centri Antiviolenza della Regione Puglia si sono recati in Consiglio Regionale, unitamente alle altre donne pugliesi, per sollecitare l’emanazione della Legge regionale sulla doppia preferenza, poi non approvata.

Nella stessa data sono state discusse le modifiche contenute nella proposta di legge 1064A-X, testo unificato con la PDL n. 938, recante modifiche e integrazioni alla legge regionale 4 luglio 2014, n. 29 “norme per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere, il sostegno alle vittime, la promozione della libertà e dell’autodeterminazione delle donne”.

Modifiche che destano perplessità tra le operatrici dei CAV. “La modifica – si legge in una nota - elimina ì confronti con i CAV e la portata innovativa della legge 29/2014, modello di governance delineato che hanno fatto della Puglia una regione da emulare da parte di altre regioni”.

 

Per ulteriori informazioni:
Impegno Donna
Via Bagnante – 71121 Foggia
tel.: 0881.772499
e-mail:  impegnodonna@virgilio.it
url: www.impegnodonna.it


Stampa   Email