È la Puglia la prima regione italiana ad assegnare per legge un contributo economico ai CSV, con la legge n. 52 del 30 novembre 2019 “Assestamento e variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019 e pluriennale 2019-2021”, che all’art. 40 prevede una assegnazione straordinaria di € 15.000 euro per ciascuno dei quattro CSV operanti nel 2020: Foggia, Bari, Taranto e quello appena nato dalla fusione in atto tra Brindisi e Lecce.

La somma ha lo scopo generale di “incentivare lo svolgimento di attività di volontariato”, ma potrà essere destinata, a scelta, solo alle due seguenti finalità: “alla patrimonializzazione del fondo sociale volta al riconoscimento della personalità giuridica o al cofinanziamento di progetti in risposta a bandi europei e nazionali a elevata ricaduta sociale sul territorio regionale”.

La prima finalità si riferisce all’obbligo, anche per i CSV, di possedere un patrimonio minimo di € 15.000 (come stabilito dall'art. 22 comma 3 del Codice del terzo settore) per conseguire la personalità giuridica. In alternativa, i CSV possono usare il contributo per presentare progetti su bandi che prevedono un cofinanziamento.


Per ulteriori informazioni:
Segretariato Generale della Giunta Regionale
Via Gentile, 52 - 70126 Bari
tel.: 080.5406123
fax: 080.5406124
e-mail:  segretariogenerale.giunta@regione.puglia.it
url: www.regione.puglia.it