La Banca d’Italia, ispirandosi a principi di 'solidarietà sociale', stabilisce i criteri e le procedure per assegnare contributi finanziari a sostegno di attività concernenti in via preferenziale i seguenti settori di intervento: la ricerca, la cultura e l’educazione; la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica; attività di accademie e istituzioni culturali; promozione a livello nazionale della qualità della formazione giovanile e scolastica; beneficenza, solidarietà e pubblico interesse, con particolare riguardo a progetti di primarie associazioni, enti e istituzioni finalizzati all’assistenza e al sostegno di minori e anziani in stato di bisogno; malati e disabili; persone colpite da forme di esclusione e disagio sociale.


Le domande di contributo, da parte di soggetti pubblici e privati, dovranno essere accompagnate da un piano illustrativo del progetto da realizzare, corredato di preventivi di spesa, nonché di documenti che attestino la presenza di una fonte di finanziamento ulteriore, esterna al soggetto proponente – dovranno indicare l’importo richiesto.

Le istanze vanno presentate, tramite posta o PEC, entro ben definiti periodi dell’anno. In particolare: quelle pervenute dal 1° gennaio al 28 febbraio sono istruite e decise entro il mese di giugno, con erogazione nel mese di luglio; quelle pervenute dal 1° luglio al 31 agosto sono istruite e decise entro il mese di dicembre, con erogazione nel mese di gennaio.

 

Per ulteriori informazioni:
Banca d’Italia
Servizio Segreteria particolare del Direttorio e comunicazione
Divisione Rapporti istituzionali
Via Nazionale 91 – 00184 Roma

pec: spa@pec.bancaditalia.it
url: www.bancaditalia.it